Il Sito Espositivo è stato progettato per rappresentare fisicamente il Tema di Expo Milano 2015, trasmettendo un messaggio educativo senza però rinunciare all’intrattenimento e al divertimento.

All’interno del sito si sviluppano quattro aree tematiche, sui vari temi della nutrizione e della sostenibilità in diversi ambiti, tra cui l’esperienza del cibo ed il futuro, il legame tra la nutrizione e l’infanzia, la possibilità di un cibo sostenibile, la modalità di produzione del cibo:

  • Padiglione Zero: curato da Davide Rampello, ripercorre al suo interno la storia dell’uomo attraverso l’alimentazione, con un linguaggio visivo che stimola stupore e curiosità.
  • Future Food District: curato da Carlo Ratti, si sviluppa come ‘distretto’ del cibo del futuro e spiega come si evolveranno gli scenari futuri della filiera alimentare, attraverso le tecnologie.
  • Children Park: progetto di Reggio Children, curato da Sabina Cantarelli, è un’area all’aperto, un giardino dedicato ai bambini tra 3 e 10 anni e alle famiglie, in cui si susseguono installazioni, attività divertenti e creative, dedicate ai più piccoli.
  • Parco della Biodiversità: affidato a un team di professionisti coordinato da Emilio Genovesi, è un grande giardino dedicato al tema dell’agrobiodiversità, ossia la diversità dei sistemi agro-alimentari.

Oltre 15.000 mq sono dedicati ai padiglioni dei Partecipanti. I paesi che decidono di non realizzare un proprio padiglione hanno la possibilità di condividere i cluster pavillon, un elemento di novità introdotto da Expo Milano 2015. Ciascuno dei 9 cluster promuove un’identità culturale specifica: Caffè, Cacao, Frutta e Legumi, Isole, Riso, Zone Aride, Bio-mediterraneo, Spezie, Cereali e Tuberi.